Strano a dirsi, considerando che il calciatore ha fatto tutta la trafila delle giovanili con la Roma e ha esordito in maglia giallorossa, ma l’arrivo di Alessio Romagnoli alla Lazio è decisamente una questione di cuore.

Già, perché nonostante gli anni trascorsi a Trigoria, il difensore centrale è un tifoso laziale.

Romagnoli e l'idolo Nesta

Ginter torna a casa

Sandro Tonali cuore rossonero

Bellerin torna in Spagna

Il bonus di benvenuto di 888sport!

Romagnoli e l'idolo Nesta

Anzi, quando ha lasciato la Capitale per trasferirsi al Milan si è addirittura…tolto un sassolino dalle scarpe, potendo indossare quei colori che ovviamente da calciatore della Roma non avrebbe mai potuto mostrare...

L'esultanza di Romagnoli

E quando il contratto con i rossoneri è terminato, il cuore ha parlato: l’unico posto dove andare era Formello, a giocare con la Lazio, quello che per decenni è stato un sogno e che ora è realtà.

E pazienza se altre squadre, soprattutto in Inghilterra, offrivano di più, la squadra del cuore…non si batte, anche quando il suo legale Rafaela Pimenta, deve confrontarsi con que due ossi duri di Formello... Un trend, quello delle decisioni di mercato fatte più con il cuore che con il portafogli, che di recente racconta anche altre storie. 

Ginter torna a casa

Come quella di Matthias Ginter. Il difensore tedesco ha un palmares importante: campione del mondo con la Mannschaft nel 2014 ad appena vent’anni (oltre alla Confederations Cup del 2017 vinta da titolare), una coppa di Germania e una supercoppa con il Borussia Dortmund e poi cinque stagioni importanti all’altro Borussia, quello di Mönchengladbach, che lo rendono uno dei centrali più appetibili sul mercato.

Quando annuncia che non rinnoverà con il Gladbach, le offerte piovono da dovunque, Italia compresa. Ma c’è un solo luogo in cui Ginter vuole andare: a casa sua.

E casa sua è a Friburgo in Brisgovia, dove ha tirato i primi calci con la squadra cittadina, che gli ha permesso di imporsi a livello nazionale prima di vederlo spiccare il volo. E quindi nella stagione 2022/23 il difensore sarà di nuovo un calciatore del Friburgo, nella speranza di restituire al club quanto ricevuto in giovane età.

Sandro Tonali cuore rossonero

Impossibile al riguardo non menzionare anche il fresco campione d’Italia Sandro Tonali. Il centrocampista è da sempre un tifoso milanista e quando i rossoneri hanno fatto capire che erano pronti a investire sul talento all’epoca in forza al Brescia, il calciatore ha fatto di tutto per riuscire a realizzare il suo sogno.

Dopo una prima stagione complicata, però, il suo riscatto era in dubbio. Pur di rimanere a Milanello, Tonali ha accettato la scommessa di ridursi l’ingaggio, guadagnandosi così la permanenza.

E viene quasi naturale immaginare che la stagione 2021/22, in cui ha vinto da protagonista lo scudetto con il suo Milan, candidandosi anche come capitano del futuro, sia una sorta di ricompensa per la scelta di cuore fatta in ben due casi.

Bellerin torna in Spagna

E che dire di Hector Bellerin? Il terzino spagnolo cresce nel Barcellona, ma si afferma all’Arsenal, che gli dà fiducia quando è ancora giovanissimo. L’esperienza a Londra Nord, però, prende una piega amara e l’iberico ha bisogno di trovare nuovi stimoli altrove.

La soluzione è il ritorno in Spagna, ma dove? Al Betis Siviglia, che è da sempre la squadra del cuore di suo padre. Al Benito Villamarín Bellerin torna se stesso, regalando prestazioni splendide. Il problema però è che l’Arsenal lo ha ceduto solo in prestito.

Bellerin in Europa League

Dunque, al momento dell’ultima partita nello stadio di casa, il terzino scoppia a piangere al momento di salutare l’aficion. Per fortuna però anche questa storia potrebbe avere un lieto fine: i Gunners sono disposti a rispedirlo al Betis, ottimi quinti nella stagione 2022 per le quote calcio, previo pagamento del cartellino.

E visto l’attaccamento alla maglia di Bellerin, sarebbe quasi…un autogol non fare un rendimento simile!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

PREPARAZIONI MIRATE

TARE DS DELLA LAZIO DAL 2009

IL PRIMATO DI GASP

MAGLIE E SPONSOR

QUANTI CLUB LOMBARDI