All'interno della programmazione di una serie di allenamenti, possiamo definire di rifinitura, la seduta più vicina alla partita. Può accadere che a tale allenamento partecipino solo i convocati e non tutta la rosa.

 

 

Per le quote calcio oggi, dal modo in cui una squadra svolge la seduta di rifinitura, spesso, almeno in parte, visibile su uno dei tanti canali monotematici, con un buon occhio si può intuire se un attaccante ha la forma e la concentrazione giusta per essere all'indomani protagonista di una bella prestazione e, magari, di una rete da primo marcatore dell'incontro!

L'allenamento di rifinitura

L'importanza dei calci piazzati 

Allenare i portieri nella rifinitura

Lavorare sulle teste fa la differenza

La rifinitura negli eventi UEFA

Il bonus di benvenuto di 888sport!

L'allenamento di rifinitura

Si parte con un torellone in mezzo al campo o esercizi di tecnica a coppia o gruppi di tre. Se il gruppo squadra non è già passato dalla palestra, il pallino, poi, passa, all'interno di una staff tecnico che rappresenta ormai un team a parte, al preparatore che fa eseguire gli esercizi di riscaldamento.

Dopo un adeguato stretching e movimenti dedicati alla mobilità degli arti inferiori, è il momento della rapidità. Si effettua su distanze brevi o brevissimissime e, per coinvolgere anche i più pigri, il lavoro può essere pensato anche in forma di duelli o staffette, sempre senza esagerare, il match è dietro l'angolo!

Un momento dedicato alla tecnica a coppie

In un momento storico nel quale a Coverciano sono i primi a non credere nel gioco all'italiana, insistendo sulla costruzione bassa del gioco, tanti mister approfittano dell'ultima seduta anche per ripetere le situazioni, provate evidentemente in settimana, di uscita sul pressing avversario.

Catechizzano, poi, i calciatori anche sulla zona dove, viceversa, andare a recuperare palla, decidendo di indirizzare la giocata degli avversari sul lato nel quale si è più coperti.  

L'importanza dei calci piazzati 

Alcuni tecnici utilizzano anche la rifinitura per fare l'ultimo ripasso delle soluzioni tattiche provate e riprovate in settimana, altri preferiscono, invece, dedicarsi a lavori di possesso palla su spazi ridotti. 

Quelle che non mancano mai sono le prove dei calci piazzati, attivi e passivi: è il momento giusto, infatti, per ricordare le marcature individuali, quando non si difende a zona e scaldare il piede dei tiratori più talentuosi in rosa.

Un giovane Neymar si allena a calciare in porta

Anche per la partita che si gioca prima di andare in doccia si delimita una porzione di campo: il mister comunica se ci sono regole speciali, ad esempio, sul numero di tocchi e poi... inizia il divertimento. Guai, però, ad essere protagonisti di contrasti pericolosi, le gambe sono preziose e vanno tutelate per la gara ufficiale! 

Allenare i portieri nella rifinitura

Naturalmente l'ultimo allenamento della settimana è fondamentale anche per gli estremi difensori. Dopo un riscaldamento tecnico con il preparatore i portieri, generalmente, si uniscono al gruppo al momento del ripasso dei calci piazzati, per, poi, partecipare alla partitella e ai tiri in porta finali. 

Il riscaldamento dei portieri

Spesso, è il gioco del terzo portiere che rimane tra i pali più a lungo dei colleghi mentre i giocatori offensivi provano combinazioni e conclusioni verso la rete.

Lavorare sulle teste fa la differenza

Nella seduta di rifinitura non si sollecitano solo i fondamentali tecnici, i principi tattici delll'1-4-2-3-1 o l'altro sistema di gioco sul quale un allenatore punta, ma si cerca anche di creare il clima giusto nel gruppo: proprio la capacità di entrare in sintonia con i calciatori per allenare anche il loro lato emotivo, fa la differenza tra un tecnico normale ed uno che alza, anche quando è sfavorito per le scommesse sportive, i trofei!

La rifinitura negli eventi UEFA

Nelle trasferte delle coppe europee e, naturalmente, prima delle finali, la rifinitura ha anche l'importante funzione di prendere confidenza con il terreno di gioco, prima delle classiche conferenze stampa, pregara. 

La società ospite, infatti, deve mettere a disposizione il campo da gioco, il giorno prima della partita. Pensate quanto sia importante capire il rimbalzo della sfera o lo scarpino da indossare soprattutto quando la superfice è sintetica o un mix tra erba naturale ed artificiale.

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

LA GERMANIA

PRESTITO CON OBBLIGO

87 MILIONI PER MAGUIRE

POGBA SOPRA QUOTA 100

CHIELLO CHIUDE UN'EPOCA