L’introduzione del VAR è stata una vera e propria rivoluzione, pur non risolvendo tutti i problemi e non escludendo la possibilità dell’errore di valutazione sul singolo episodio. In un campo però l’aiuto tecnologico agli arbitri è stato particolarmente utile, quello del fuorigioco.

Grazie alle telecamere è molto più semplice capire se un calciatore è in offside e anche fare tutte le valutazioni successive (interferenza nel gioco, possibili tocchi del difensore, etc.). L’unico punto di polemica è la difficoltà nell’individuare il momento in cui il calciatore passa il pallone, ovvero l’attimo in cui va valutata la posizione. Ma a dare una mano arriva l’ultima novità sperimentata e approvata dalla FIFA, il fuorigioco semiautomatico.

Cosa è il fuorigioco semiautomatico

La analogie con la Goal Line Technology

Una decisione veloce

L'introduzione già in Qatar?

Il bonus di benvenuto di 888sport!

Cosa è il fuorigioco semiautomatico

Si tratta di un sistema di telecamere (10 o 12) installate negli stadi e collegate a una serie di sensori, in grado di individuare con parecchia precisione la posizione in campo dei calciatori, che vengono tracciati per ben 50 volte in un secondo.

Tocca poi a un software elaborare questi dati, compreso il “kick point”, ovvero il momento esatto del passaggio e proporli a uno degli arbitri al VAR, il cui compito specifico è proprio quello di occuparsi del fuorigioco. Ed è proprio questo il motivo per cui si parla di fuorigioco “semiautomatico”, perché tocca ancora a un arbitro… in carne e ossa dare la comunicazione al collega in campo del risultato del check.

Una decisione veloce

Un punto fondamentale anche per Pierluigi Collina, responsabile arbitrale della Federazione internazionale, che non ci sta a sentir parlare di fuorigioco… robot.

Benzema in finale di Champions

Il nodo della questione è la velocità nel prendere una decisione, uno dei punti deboli del VAR. Non è infatti raro che, nel valutare le immagini e stabilire il momento esatto in cui viene colpito il pallone, si perdano secondi e a volte minuti preziosi, il che ha portato a una riduzione sensibile del tempo di gioco effettivo medio.

Con il nuovo sistema, invece, rispetto ai minuti di attesa per annullare il gol di Benzema nella finale di Parigi, ci vorrà pochissimo tempo a stabilire se un calciatore è in offside oppure no, limitando analisi più lunghe solo a situazioni complicate, in cui andranno valutate altre situazioni in campo. Ma per fischiare un “semplice” fuorigioco senza dubbi, potrebbe volerci un massimo di venti secondi. Decisamente una bella rivoluzione.

La analogie con la Goal Line Technology

Come tutte le novità proposte dall’IFAB, l’organo che si occupa delle modifiche e delle innovazioni alle regole del calcio, il fuorigioco semiautomatico è stato testato in diverse competizioni. All’inizio le prove sono state in campionati giovanili, ma le ultime, anche molto soddisfacenti, sono avvenute durante il Mondiale per Club.

La FIFA, per bocca del presidente Infantino, ha spiegato che l’innovazione è stata particolarmente apprezzata dagli addetti ai lavori e che la tecnologia, che è la stessa che viene utilizzata per la Goal Line Technology, che ha rivoluzionato anche le scommesse calcio, lascia pensare che anche nel caso del fuorigioco semiautomatico ci sarà un’ampia accettazione da parte dei tifosi del verdetto del software.

L'introduzione già in Qatar?

Ma quando si potrà vedere all’opera questa importante novità? Forse già ai Mondiali in Qatar. Questa l’intenzione dell’IFAB, che sta valutando i risultati ottenuti nel Mondiale per Club per decidere se dotare gli avveniristici impianti del paese del Golfo Persico della struttura per implementare il fuorigioco semiautomatico.

Un tabellone della Premier!

Se la prima assoluta dovesse essere in Qatar, si presenterà una situazione inversa rispetto a quella del VAR, prima introdotto in alcuni campionati (tra cui quello italiano) e poi a Russia 2018, stravinto dalla Francia, favorita per le scommesse anche nel 2022. In ogni caso, qualche torneo ha già spiegato di essere molto interessato a utilizzare l’innovativo strumento.

Il campionato più importante della lista è certamente la Premier League, che però dovrà attendere la stagione 2023/24 per modificare le sue regole. Giusto il tempo magari di vedere il fuorigioco semiautomatico all’opera ai Mondiali!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

Anche Messi in lista svincolati

L'Arsenal è francese

Rientro alla base

La clausola di recompra

La scivolata