Campione d’Europa con l’Italia, vincendo anche il premio come miglior calciatore della manifestazione. Trofeo Jashin pressoché all’unanimità, ma anche premio come miglior portiere del 2021 da parte dell’IFFHS e ai Globe Soccer Award. 251 presenze con il Milan, di cui 215 in Serie A, 40 con gli Azzurri con appena 20 reti al passivo.

Tutti i record di Donnarumma in Serie A

I numeri di Gigione in Azzurro

Curiosità su Donnarumma

Donnarumma sui social

E il Golden Boy 2019, che sottolinea una cosa importantissima: è facile dimenticarsi che Gianluigi Donnarumma, per tutti Gigio, deve ancora compiere 23 anni. Il portiere del Paris Saint-Germain è sotto i riflettori da talmente tanto tempo che a volte bisogna fare un esercizio di memoria per rendersi conto che è un classe 1999 e che ha la stessa età di Gianluca Scamacca o Luca Pellegrini.

Tutti i record di Donnarumma in Serie A

Del resto, la sua prima comparsa al grande pubblico Donnarumma la fa quando addirittura ancora non potrebbe: nella stagione 2014/15 il Milan, a corto di portieri, chiede alla FIGC una deroga per portare in panchina un giovanissimo estremo difensore di appena 15 anni e undici mesi.

E quindi nella partita con il Cesena del febbraio 2015 Donnarumma va in distinta, a una settimana dal suo sedicesimo compleanno, quando può firmare il suo primo contratto da professionista. Ad assisterlo nell’opera è Mino Raiola, che lo ha seguito da sempre e che prima ancora che Inzaghi decidesse di convocarlo viste le assenze di Agazzi e Diego Lopez lo aveva addirittura inserito nella sua squadra ideale. Non si può certo dire che al procuratore sia mai mancata la fiducia nei confronti del suo assistito…

Fiducia che ha anche Sinisa Mihajlovic quando nell’ottobre 2015 lo spedisce in campo nella partita contro il Sassuolo ad appena 16 anni e 8 mesi. Ironia della sorte, il primo gol, come refertano i siti di scommesse con la maglia rossonera Donnarumma lo subisce da un calciatore che sei anni dopo sarà un suo compagno nella cavalcata dell’Italia agli Europei, Domenico Berardi.

Una delle prime partite di un giovanissimo Donnarumma!

Il che comunque non gli impedisce di prendersi una maglia da titolare che neanche gli arrivi negli anni successivi di colleghi più esperti come Reina gli toglieranno più.

A gennaio 2016 Gigio si prende la soddisfazione di giocare il derby della Madonnina, di cui diventa il più giovane titolare di sempre. E i record continuano. All’inizio della stagione successiva arriva anche il primo rigore parato in carriera. Anche qui, protagonista un futuro campione d’Europa, Andrea Belotti.

Con il penalty parato al Gallo, Donnarumma diventa il primo portiere del dopoguerra a sventare un calcio di rigore quando era ancora minorenne. E il fatto che l’ultimo a riuscirci lo abbia fatto nel 1931 dovrebbe mettere in chiaro l’eccezionalità della questione. Neanche a dirlo, Donnarumma diventa anche il più giovane calciatore di sempre a raggiungere le 100 presenze con il Milan e quelle in Serie A.

I numeri di Gigione in Azzurro

Anche con la nazionale non mancano le soddisfazioni e i record. Quando nel settembre 2016 sostituisce Gigi Buffon nell’amichevole contro la Francia campione d’Europa, Donnarumma diventa il più giovane portiere azzurro di sempre. Per l’esordio dal primo minuto, sempre da record, bisogna aspettare l’amichevole contro l’Olanda del marzo 2017.

La vittoria degli Europei 2020 da protagonista, con i rigori parati contro la Spagna e contro l’Inghilterra, gli regala l’ennesimo primato. Degli estremi difensori azzurri che hanno vinto un trofeo con l’Italia da titolari, Gigio è ovviamente il più giovane: Combi nel 1934 aveva superato la trentina, nel 1938 Olivieri aveva 28 anni, Zoff era ventiseienne a Euro 1968 e quarantenne ai Mondiali 1982 e Buffon, quando gli azzurri hanno sollevato la Coppa del Mondo a Berlino, aveva già spento ventotto candeline.

La presenza numero 38 con la nazionale, nella partita vinta a Torino contro il Belgio di ottobre 2021 come ricorderanno gli appassionati di scommesse calcio, lo vede anche per la prima volta in campo da capitano, il più giovane dal 1965, quando Gianni Rivera aveva indossato la fascia a 21 anni e 8 mesi.

Donnarumma capitano contro il Belgio!

 

Curiosità su Donnarumma

Ma come si diventa un portiere da record? Intanto…seguendo l’esempio fraterno. Antonio Donnarumma, che ha giocato con Gigio al Milan, era nelle giovanili rossonere ed è anche grazie a lui che il fratellino più piccolo ha scelto il Diavolo, dopo il decennio passato nel Club Napoli. Ma non di solo calcio si vive e come ogni ragazzo che si rispetti, Donnarumma ha una passione particolare: i videogiochi.

Buon per lui che sia nei club che in nazionale si sia trovato in buona compagnia, considerando che Florenzi è famoso perché si porta le console ovunque e che al Paris Saint-Germain c’è un certo Neymar che le sue partite le trasmette addirittura online. Ma c’è anche qualcosa che fa paura persino a un colosso di quasi due metri: le lucertole. Strano a dirsi, ma una delle fobie di Gigio riguarda proprio i piccoli rettili.

Più comprensibile invece il timore di prendere l’aereo, condiviso con altri grandi della storia del pallone come Dennis Bergkamp. Se c’è da volare, Donnarumma preferisce farlo durante una parata acrobatica.

A proposito di confronti con le leggende del calcio, come tanti altri colleghi anche Donnarumma è stato…paperizzato. Il portiere è infatti finito su Topolino, in una versione con tanto di becco e dal nome di Paperumma. Non il massimo, considerando che una papera per un estremo difensore non è mai una buona cosa, ma comunque il segnale che la sua notorietà anche tra le nuove generazioni è altissima.

Donnarumma sui social

E sempre parlando di cose da giovani, qualche appunto sull’utilizzo dei social da parte di Gigio, che con gli anni ha imparato a evitare…qualche figuraccia di troppo.

Donnarumma insuperabile ai rigori!

Come quella volta in cui, in piena trattativa per il rinnovo con il Milan, l’azzurro conferma via Twitter la sua fiducia in Mino Raiola, scatenando la rabbia dei tifosi rossoneri. Poi arrivano le scuse al Milan via Instagram, ma in serata Donnarumma denuncia l’hackeraggio del profilo Instagram.

Più apprezzato dai milanisti (ma meno dai tifosi del Napoli) il video di sfottò allo zio, supporter partenopeo, dopo una parata miracolosa su Milik. Meno problemi dal punto di vista sentimentale. La fidanzata di Gigio, Alessia Elefante, anche lei di Castellammare di Stabia, è molto riservata e il suo profilo è rigorosamente privato. Finalmente, un qualcosa in cui il portiere della nazionale e del PSG…non è il numero uno!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

La A di calcio a 5

I Mondiali 2026

La rosa dell'82

Gli europei femminili

Gianluca Vialli