Zero proclami, tanto lavoro e programmazione quasi perfetta con una salvezza maturata già nel giro d'andata.

È attraverso un impegno portato avanti negli ultimi trent’anni con dedizione e ottimi risultati che l’Empoli è diventata una delle squadre che rappresentano l’essenza del calcio italiano. Per la precisione, quella dei club di provincia, che danno una possibilità a giovani calciatori destinati a un grandissimo futuro.

Il mercato 2022 dell'Empoli

Gli obiettivi di mercato di Corsi

Lo Scudetto Primavera dell'Empoli

Calciatori e tecnici, quanti campioni al Castellani

Acquisti record e cessioni record Empoli

Le fortune degli azzurri sono sempre state legate a doppio filo alla capacità di lavorare in maniera certosina sul mercato per individuare talenti sfuggiti agli sguardi delle big. E considerando come sono andati gli ultimi decenni, la missione continua a riuscire con una certa frequenza…

Dopo una salvezza conquistata con estrema tranquillità, l’Empoli si rifà il trucco. Via in panchina Aurelio Andreazzoli, la squadra toscana si è affidata a Paolo Zanetti, che nella stagione 2021/22 guidava il Venezia.

Sono partiti (e altri sono destinati a farlo) anche alcuni dei protagonisti della scorsa annata, come Kristjan Asllani e Samuele Ricci, ma in Toscana è già arrivato qualche volto nuovo. come quelli di Mattia Destro, a titolo gratuito dal Bologna, e Razvan Marin, prelevato dal Cagliari in prestito con diritto di riscatto a 7 milioni di euro. 

Il mercato 2022 dell'Empoli

Non mancano altre voci in entrata, soprattutto visto che Empoli è da sempre una palestra in cui le big spediscono i loro giovani promettenti (vedi Pinamonti) per fare esperienza. A questo proposito, si fa con insistenza il nome di Koni de Winter, difensore belga della Juventus, che potrebbe raggiungere il Castellani.

L’Empoli ci prova anche per un altro gioiello bianconero, ovvero Fabio Miretti, che in caso di mancato approdo definitivo in prima squadra sarebbe un’aggiunta importante per la squadra di Zanetti. Resta poi da capire quale sarà il futuro della porta toscana.

Cutrone esulta a Napoli!

Gli obiettivi di mercato di Corsi

Cosa aspettarsi dal prossimo mercato per l’Empoli? In entrata si fanno pochi nomi, ma c’è la consapevolezza che il DS Accardi possa portare altri calciatori in grado di inserirsi perfettamente nei meccanismi della squadra, magari anche dalle serie minori come avvenuto con Fabiano Parisi.

In caso di partenza di Vicario, richiestissimo, l’Empoli dovrà trovare un nuovo estremo difensore. I nomi più gettonati sono quelli di Alex Meret, se dovesse arrivare a Napoli un portiere di livello come Keylor Navas, ma anche di Wladimiro Falcone, portiere di riserva della Sampdoria. In ogni caso, non sarà semplice per l’Empoli replicare l’ottima stagione passata. Motivo in più per cercare nuova linfa dal mercato…

Il Presidente Corsi!

E a proposito del terzino sinistro, dell’Empoli si parla molto per il mercato in uscita, perché alcuni dei talenti della squadra toscana, come lo stesso Parisi, sono già nel mirino delle big, con il Napoli e l’Inter che sembrano molto interessati a strappare i giovani all’Empoli. Che però ha messo in chiaro che a gennaio non se ne andrà nessuno. Sempre a meno di offerte davvero irrinunciabili…

Non che la perdita di giovani di alto livello possa rappresentare un problema per il club, che nel corso dei decenni ha sempre dimostrato di avere uno dei vivai più floridi del calcio italiano.

Lo Scudetto Primavera dell'Empoli

Non sorprende dunque che l’Empoli abbia vinto la Primavera 2021 per le quote scommesse calcio del torneo Primavera, vinto anche alla fine degli anni Novanta, e che nella bacheca dei toscani ci sono tantissime competizioni giovanili, non ultimo il Torneo di Viareggio, in cui gli azzurri si sono imposti nel 2000, e la Coppa Italia di categoria vinta nel 1992.

Insomma, i tifosi possono stare tranquilli: qualche ragazzo interessante dalle parti del Castellani si trova sempre…

Anche e soprattutto grazie a una società che da sempre fa della programmazione e dell’attenzione alle giovanili il suo fiore all’occhiello. Fabrizio Corsi, imprenditore che si occupa dell’industria della pelle, è stato dirigente del club fin dagli anni Ottanta per poi assumerne la presidenza nel 1991, quando aveva appena 31 anni e la squadra era in C1.

Da quel momento, l’Empoli è prima volato in Serie B nel 1996 e poi, nonostante una serie di sali e scendi, non è mai scivolato al di sotto del campionato cadetto, permettendosi addirittura di partecipare alla Coppa UEFA nella stagione 2007/08 dopo un sesto posto nell’annata precedente, miglior piazzamento di sempre della storia del club.

 

Il DS è il già citato Piero Accardi, ex calciatore della Sampdoria che a neanche quarant’anni è già considerato uno dei migliori conoscitori del mercato di tutto il paese, avendo cominciato nel suo ruolo nel 2016, due anni dopo il ritiro avvenuto proprio con la maglia dell’Empoli.

Calciatori e tecnici, quanti campioni al Castellani

Del resto, all’Empoli o si sta qualche stagione per poi decollare o si rimane a lungo. È la storia dei principali calciatori della storia del club che ha una potenziale Top 11 davvero da sogno!

Come Antonio Di Natale, per cinque anni azzurro prima di diventare leggenda all’Udinese. O Vincenzo Montella, anche lui cinque anni per poi trasformarsi nel bomber leggendario di Genoa, Samp e Roma. E ancora Massimo Maccarone, Francesco Tavano e Riccardo Saponara, così legati al club da tornare dopo anni lontani dal Castellani.

Vincenzo Montella proprio in un Roma - Empoli!

Tra i nomi recenti poi ci sono anche quelli di Claudio Marchisio, Leandro Paredes, Piotr Zielinski, straordinaria opzione di marcatore per le scommesse Serie A, Daniele Rugani, Eldeid Hysaj, Mario Rui e due campioni d’Europa come Leonardo Spinazzola e Giovanni Di Lorenzo. Tra i grandi calciatori, poi, c’è anche…un grandissimo allenatore come Luciano Spalletti, a cui l’Empoli ha dato una possibilità in panchina appena l’ex centrocampista ha appeso gli scarpini al chiodo. E sempre parlando di tecnici, impossibile dimenticare chi con l’Empoli ha fatto il grande salto come Maurizio Sarri…

Acquisti record e cessioni record Empoli

Considerando che da sempre l’Empoli è una società che i calciatori…se li crea, logico che negli acquisti record non ci siano cifre troppo ragguardevoli. Basta pensare che il podio è composto da calciatori arrivati in Toscana negli ultimi anni e che il totale dei tre più costosi di sempre è di 18 milioni.

L’esborso più alto della storia del club è quello di 9 milioni di euro per acquistare La Gumina dal Palermo, mentre gli altri due sono i 4,5 milioni pagati rispettivamente a Juventus e Lecce per portare al Castellani Leonardo Mancuso e Andrea La Mantia.

Acquisti record - Empoli

  1. Antonino La Gumina - Palermo (2018 - 9 milioni)
  2. Leonardo Mancuso - Juventus (2019 - 4,5 milioni)
  3. Andrea La Mantia - Lecce (2020 - 4,5 milioni)
  4. Riccardo Saponara - Milan (2015 - 4 milioni)
  5. Dimitrios Nikolaou - Olympiacos (2019 - 4 milioni)

Cessioni record - Empoli

  1. Ismael Bennacer - Milan (2019 - 17 milioni)
  2. Hamed Junior Traorè - Milan (2021 - 16 milioni)
  3. Francesco Tavano - Valencia (2006 - 10 milioni)
  4. Lorenzo Tonelli - Napoli (2016 - 10 milioni)
  5. Massimo Maccarone - Middlesbrough (2002 - 9 milioni)
     

Molto meglio con le cessioni, perché l’Empoli sa valorizzare bene. Il calciatore che ha fatto incassare di più il club è Ismaël Bennacer, ceduto al Milan per 17,2 milioni e decisivo nello Scudetto rossonero con il gol al Cagliari, quando l'Inter aveva pareggiato in casa con la Fiorentina; oltre al centrocampista mancino, sul podio salgono il già menzionato Traorè con i suoi 16 milioni e a pari merito Lorenzo Tonelli e Francesco Tavano, pagati 10 milioni rispettivamente dal Napoli e dal Valencia.

Bennacer con la maglia dei toscani!

Insomma, l’Empoli cede, difficilmente perde di qualità e di solito…ci guadagna parecchio!

*L'immagine di apertura dell'articolo è distribuita da AP Photo. Prima pubblicazione 21 dicembre 2021

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

L'acquisto per la difesa azzurra

Tradizione di campioni

Il bomber cileno

7 storie di calciatori italiani

Romagnoli e gli altri