Soldi, soldi, soldi. Il calcio è uno sport, vero, ma togliere il denaro dall’equazione non è più possibile. Diritti TV, merchandising, sponsorizzazioni, tutto ciò che ruota intorno al pallone che rotola porta introiti nelle casse dei club..

 

E dei calciatori, che guadagnano stipendi da capogiro. Quelli italiani, però, per guadagnare di più devono paradossalmente…andare all’estero. Tra i giocatori tricolori più pagati, pochi giocano in Serie A. E l’azzurro più pagato del nostro campionato, Gigio Donnarumma, che difenderà i pali della Nazionale ad Euro 2020, favorita per le scommesse sportive nel girone di Roma, con sei milioni di euro l’anno non è neanche sul podio…

Marco Verratti

Così come non è tra i primi tre neanche l’ultimo calciatore italiano ad aver firmato un contratto milionario all’estero. Marco Verratti, dopo un tira e molla lungo un anno, ha rinnovato con il Paris Saint-Germain fino al 2024, per la modica cifra di nove milioni di euro a stagione. Il che lo rende ovviamente il più pagato degli italiani in Ligue 1, visto che gli altri (Pellegri, ma anche Calabresi o l’ex Milan Bellanova) non si avvicinano neanche lontanamente a uno stipendio del genere.

Il centrocampista abruzzese sfiderà, da favorito per le scommesse calcio, il Borussia negli ottavi di Champions!

Jorginho

Verratti distanzia così un compagno di reparto in nazionale, considerando che anche in Premier League di italiani ce ne sono. E quello che guadagna più sterline è Jorginho, che dal Chelsea riceve, al cambio, 5,4 milioni di euro a stagione, oltre ad essere costato più di 60 alla società londinese.

Emerson Palmieri

Tra le fila dei Blues c’è anche Emerson Palmieri, in odore di rientro in Italia, in bianconero... Chi vorrà portarlo via dall’Inghilterra, però, dovrà tenere in conto i 3,9 milioni di euro che l’ex romanista percepisce a Stamford Bridge. Cifre importanti anche per due giovani emigrati come Moise Kean e Patrick Cutrone. L’ex juventino, alla corte di Ancelotti all’Everton, arriva a guadagnare circa 3 milioni di euro, mentre il prodotto delle giovanili del Milan, prima di firmare con la Fiorentina, aveva un accordo di 2 milioni all’anno fino al 2024 dal Wolverhampton.

Sebastian Giovinco

Per vedere cifre davvero importanti, però, bisogna paradossalmente finire in campionati non di primissimo piano. E l’esempio migliore non può che essere quello di Sebastian Giovinco, che è volato in Arabia Saudita per guadagnare 10 milioni di euro a stagione con la maglia dell’Al Hilal.

Non che negli anni scorsi la Formica Atomica se la sia passata poi così male, considerando che quando militava in MLS nel Toronto FC era comunque il calciatore più pagato del campionato nordamericano, con 5,6 milioni netti all’anno. Quanto bastava per superare (e anche abbondantemente) tante altre stelle che si sono trasferite tra USA e Canada.

Eder

In attesa di vedere gli sviluppi futuri, però, la vera strada lastricata di soldi per gli azzurri resta ancora una volta la Via della Seta. Il campionato cinese sembra intenzionato a introdurre un salary cap di tre milioni di euro, ma al momento ci sono molti italiani che nella Super League se la passano davvero bene per quello che riguarda gli stipendi.

Merito di un regime fiscale finora molto permissivo, che tassa parecchio le cifre che i club cinesi spendono per acquistare i cartellini, ma che lascia molto più spazio di manovra economica per quello che riguarda gli ingaggi. Ed ecco dunque che tre dei veri Paperoni tricolori giocano da quelle parti.

Quello che guadagna di meno dei tre è Eder, che è stato chiuso a Milano dall’arrivo da Lautaro Martinez e ha preferito andarsene in Cina, pur restando a libro paga di Zhang Jindong. Lo Jiangsu gli garantisce 5,2 milioni di euro l’anno, il che rende praticamente impossibile che l’ex interista possa decidere di tornare in Italia senza un netto abbassamento dello stipendio.

Stephan El Shaarawy

Chi è appena entrato tra i ricconi italiani all’estero è Stephan El Shaarawy. Il Faraone, dopo qualche tentennamento per paura di perdere la nazionale, ha accettato l'offerta irrinunciabile dello Shanghai Shenhua, che gli ha fatto firmare un contratto da 13 milioni di euro a stagione. Ma anche una cifra così faraonica non gli permette di essere l’italiano più pagato al mondo.

Graziano Pellé

Onore che spetta ancora una volta a Graziano Pellé, emigrato di gran lusso ormai dal 2016. Allo Shandong Luneng è così apprezzato che il suo contratto, in scadenza nel 2020, parla di ben 15 milioni di euro. Semplice capire perché l’ex Lecce, Parma e Samp di tornare in Serie A proprio non vuole sentirne parlare…

Segui il calcio del 2020 con le scommesse live di 888sport!

*La foto di apertura dell'articolo è di Kemal Softic (AP Photo). Prima pubblicazione, 21 gennaio 2020.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

12 telecamere installate

Le regole sui prestiti

L'instant team nel calcio

26 in rosa

Frappart e le altre