Quando nel 2018 è arrivato per poco meno di 6 milioni di euro dall’Atletico Mineiro, quel cognome aveva anche scatenato un po’ di ironia. Gleison Bremer Silva Nascimento, classe 1997, è sbarcato in Serie A da sconosciuto, con il Torino che ha deciso di puntare su di lui per la sua difesa.

E più di qualcuno ha chiosato che da uno chiamato così ci si aspettava un tedesco con i baffi, vista la similitudine con Andy Brehme, campione d’Italia con l’Inter e del mondo nel 1990 con la Germania Ovest.

Quanto vale Bremer

Le statistiche del difensore in A

Derby milanese per Bremer

Tra Brasile ed Italia

Il bonus di benvenuto di 888sport!

Quanto vale Bremer

Ma invece di un terzino con un sinistro fatato, il Toro ha trovato un difensore centrale coi controfiocchi, che in quattro stagioni è cresciuto a dismisura ed è diventato l’oggetto del desiderio delle big tricolori e non solo: insomma, delle formazioni protagoniste delle scommesse calcio!

Bremer contro Ibra!

Per lui, prima dell'asta vinta dalla Juventus sull'Inter, 35 milioni di valore di mercato e un contratto fino al 2024, che mette il Torino al riparo da sorprese troppo sgradite per quanto riguarda l’incasso, ma che allo stesso tempo costringe il club granata a pensare a una cessione in tempi brevi.

Del resto, lo stesso Bremer non si è nascosto dietro un dito, nonostante una gratitudine importante nei confronti del Toro. Il club lo ha portato in Europa, lo ha fatto crescere e lo ha anche investito dell’onore della fascia di capitano. Ma di fronte alle lusinghe dei top club, il brasiliano ha rivelato che la voglia è quella di mettersi alla prova con la Champions League.

Le cifre del trasferimento alla Juve sono davvero clamorose, con un aumento di stipendio incredibile per il centralone brasiliano!

Le statistiche del difensore in A

La Serie A, in fondo, l’ha già conquistata, visto che al termine della stagione 2021/22 è stato premiato come miglior difensore del campionato. Per lui 33 partite, condite, come ricorderanno gli appassionati di scommesse Serie A da 3 reti, un assist e 7 cartellini gialli. Per uno che di mestiere deve fermare gli avversari con ogni mezzo, neanche troppo.

E il resto dei numeri stagionali parla decisamente da solo. Quarto posto nella classifica delle palle recuperate (284), quinto per contrasti vinti (217) e terzo per duelli aerei in cui ha trionfato (132). Ma in tutti i casi, il calciatore del Torino è entrato nelle graduatorie come primo dei difensori.

Certo, il verdeoro è stato anche il quinto calciatore più falloso della Serie A (e anche in questo caso ha primeggiato tra i colleghi di reparto), ma considerando che il suo tecnico è Ivan Juric e che in classifica prima di lui ci sono due compagni di squadra (che per la cronaca, sono Lukic e Pobega), la questione va messa in prospettiva.

Derby milanese per Bremer

Dunque, con prestazioni del genere era quasi logico che le migliori squadre d’Italia e d’Europa si presentassero a bussare a Cairo.

In pole position per assicurarsi Bremer c’era l’Inter, che lo aveva nel mirino da parecchio per puntellare la difesa, visto che con tutta probabilità il sacrificio per il bilancio verrà fatto proprio in quel riparto.

A lui aveva pensato anche la coppia che dirige il mercato Milan, che può cercare di fare uno sgarbo ai cugini.

Ma non solo in Italia ci si sono resi conto che il brasiliano è pronto per una big, in un mercato con carenza di difensori centrali, come del resto testimoniano gli sforzi effettuati dal Napoli per Kim!

Bremer in contrasto aereo contro Giroud

A considerare il suo acquisto c’è stato anche il Tottenham di Antonio Conte, uno che ha avuto modo di vedere da vicino le qualità del difensore del Toro, e persino il Bayern Monaco prima di puntare deciso su de Ligt!

Tra Brasile ed Italia

Insomma, tutti vogliono Bremer, comprese…le due nazionali che potrebbero convocarlo. In pole position c’è ovviamente la Seleçao, ma Tite ancora non lo ha convocato. Il che, visto che l’iter per il passaporto italiano è già partito, sta facendo sperare non poco Mancini e la FIGC.

Anche in questo caso, possibile se non probabile che ci sia una battaglia per assicurarselo. Ennesima dimostrazione che Bremer è il vero oggetto del desiderio di molti club…e non solo!

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Prima pubblicazione il 25 giugno 2022. 

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

 

Articoli Correlati

L'acquisto per la difesa azzurra

Tradizione di campioni

Il bomber cileno

7 storie di calciatori italiani

Romagnoli e gli altri